Hanwha Q CELLS rende noti i risultati del terzo trimestre 2015
  • - Annunciati ricavi netti pari a $427,2 milioni per il 3° trimestre, un margine operativo di $40,3 milioni ed un utile netto di $52,4 milioni
  • - Raggiunto il più alto margine trimestrale nella storia della società


[19 Novembre 2015] Il 19 Novembre, Hanwha Q CELLS Co., Ltd. (“Hanwha Q CELLS” o la “Società”) (Nasdaq: HQCL), uno dei maggiori produttori al mondo di moduli solari ad alta qualità ed efficienza, ha pubblicato i propri risultati finanziari, non sottoposti a verifica contabile, per il trimestre terminato il 30 Settembre 2015, riportando ricavi netti pari a $427,2 milioni, un margine operativo di $40,3 milioni ed un utile netto di $52,4 milioni.

I ricavi netti di Hanwha Q CELLS per il terzo trimestre 2015 hanno raggiunto la cifra record di $427,2 milioni, un incremento del 26,4% rispetto al secondo trimestre; anche il margine operativo e l'utile netto hanno subito un'impennata sul trimestre precedente, rispettivamente del 9,4% e 12,3%.

Questa tendenza positiva rispecchia il successo della riorganizzazione operata dalla Società a seguito della fusione di Hanwha Q CELLS e Hanwha SolarOne in “Hanwha Q CELLS” del Febbraio 2015. Gli ultimi dati sono stati sostenuti dalla stabilizzazione dell'automazione delle linee nelle controllate produttive in Corea, Malesia e Cina, dai continui sforzi volti all'ottimizzazione del processo e dalla riuscita riduzione dei costi per la produzione di celle ad alta efficienza.

Hanwha Q CELLS continua a mantenere una forte presenza negli USA, in Giappone e in altri mercati avanzati, al contempo espandendosi in maniera decisa in mercati emergenti come l'India, raggiungendo così una crescita equilibrata in tutto il mondo grazie alla spinta delle proprie capacità e reti commerciali globali.

Seong Woo Nam, Presidente e AD di Hanwha Q CELLS ha commentato, “Questo trimestre ha costituito una delle tappe più importanti della Società, come dimostrato dal ritorno ad una redditività netta, a una rapida crescita delle spedizioni, un integrale processo interno di riduzione dei costi al di sotto di US$0,40/watt, un'espansione dei margini lordi ben oltre il 20%, una rete downstream superiore a 1,2 GW, oltre ad un lodo arbitrale riconosciuto una tantum dell'importo di $51,2 milioni, relativo alla valutazione delle scorte nell'ambito dell'acquisizione di Q.cells del 2012. Al momento stiamo godendo appieno dei benefici derivati dalla fusione avvenuta tra Hanwha SolarOne e Hanwha Q CELLS a Febbraio di quest'anno, tra cui l'eliminazione dei costi ridondanti, come dimostrato dal miglioramento dei nostri costi operativi in termini di percentuale sui ricavi. L'ultimo trimestre 2015 appare ugualmente roseo, con un aumento delle spedizioni previsto del 50% o più da un trimestre all'altro. Per il quarto trimestre ci aspettiamo un contributo ancora più significativo dalle vendite di progetti downstream fino a 150 MW, rafforzando così sia ricavi che profitti. Inoltre abbiamo avviato le spedizioni verso Next Era Energy Resources, che segna la prima fase di applicazione del contratto da 1,5 GW siglato nel mercato degli Stati Uniti, caratterizzato da prezzi più elevati.”

Nam ha poi aggiunto, “I nostri piani aggressivi di espansione delle capacità al fine di soddisfare la domanda prevista per il 2016 e oltre, procedono come previsto. Prevediamo di chiudere questo anno con 4,3 GW di capacità di celle e moduli, per arrivare a metà 2016 con una capacità di celle e moduli pari a 5,2 GW, di cui circa la metà situati in Corea e Malesia, da dove possiamo spedire i moduli negli Stati Uniti senza imposte.”

Il Presidente Nam ha concluso dicendo, “Anche le nostre previsioni per il 2016 sono solide. Inizieremo l'anno con le più forti fondamenta nella storia della Società ed una posizione competitiva pari, e in alcuni casi superiore, a quella di altre società di primo livello del fotovoltaico in una serie di categorie, tra cui la scala di produzione, i costi di lavorazione, la tecnologia e la redditività. Il nostro focus al downstream secondo l'approccio built-to-sell per l'immediato futuro si andrà ad integrare sia ai ricavi che alla redditività, consentendo alla Società una gestione più prudente della propria liquidità e del suo rapporto di indebitamento.”

Sul sito Web della Società è disponibile la completa presentazione di slide sul dettaglio dei risultati.
Per saperne di più >

Hanwha Q CELLS

Nel Febbraio 2015, Hanwha Q CELLS Co., Ltd. (HQCL) è emersa come nuovo leader globale nel settore del fotovoltaico dalla fusione di due dei principali produttori mondiali di energia fotovoltaica,
Hanwha SolarOne e Hanwha Q CELLS. La società nata dalla fusione è quotata al NASDAQ con il simbolo commerciale HQCL. Ha sede a Seul, in Corea del Sud (sede operativa globale) e a Thalheim, in Germania (sede tecnologia e innovazione). Grazie alle sue controllate, è il più grande produttore mondiale di celle fotovoltaiche e uno dei principali produttori di moduli fotovoltaici. La vasta presenza internazionale con diverse sedi produttive in Cina, Malesia e Corea del Sud, garantisce ad Hanwha Q CELLS flessibilità di movimento nei mercati globali, anche quelli in cui vigono dazi doganali, come Stati Uniti e Unione Europea. Grazie alla tecnologia, all'innovazione e alla qualità “Sviluppate in Germania” universalmente riconosciute, Hanwha Q CELLS offre una gamma completa di prodotti, applicazioni e soluzioni in ambito fotovoltaico: moduli, kit, sistemi, fino agli impianti fotovoltaici su vasta scala. Attraverso la sua rete commerciale globale in espansione presente in Europa, Nord America, Asia, Sud America, Africa e Medio Oriente, la società offre ai propri clienti eccellenti servizi nei settori residenziali, governativi, commerciali e delle utenze. Hanwha Q CELLS è la società di punta del Gruppo Hanwha, una delle 500 società globali di FORTUNE e tra le prime dieci società commerciali in Corea del Sud.

Per ulteriori informazioni, visitare: www.hanwha-qcells.com/it

Hanwha Group

Il gruppo Hanwha, fondato nel 1952, è tra le prime dieci imprese della Corea del Sud e classificata come “FORTUNE Global 500”. Il gruppo Hanwha dispone di 56 affiliate sparse sul territorio nazionale e 226 reti globali in tre settori principali: produzione e costruzione, finanze, servizi e intrattenimento. L'attività di Hanwha, comprovato leader industriale da ben 60 anni, comprende una vasta gamma di settori, dai prodotti chimici di base e materiali avanzati, allo sviluppo di progetti immobiliari e soluzioni nel campo dell'energia solare. Per quanto riguarda la rete finanziaria, i servizi di copertura bancaria e assicurazioni, la gestione patrimoniale e i titoli di garanzia, è il secondo gruppo finanziario non bancario in Corea del Sud. Per quanto riguarda il settore di servizi e intrattenimento, offre soluzioni premium per il commercio al dettaglio e per l'industria del turismo.

Per ulteriori informazioni, visitare: www.hanwha.com

Dichiarazione Safe-Harbor

Questo comunicato stampa contiene le seguenti dichiarazioni in proiezione. La natura di tali dichiarazioni è "in proiezione" ai sensi di quanto espresso nella Sezione 27A del Securities Act del 1933, e successive modifiche e integrazioni, e nella Sezione 21E del Securities Exchange Act del 1934, e successive modifiche e integrazioni, e secondo quanto definito nel U.S. Private Securities Litigation Reform Act del 1995. Queste dichiarazioni in proiezione possono essere identificate da termini specifici, quali "sarà," "prevede," "anticipa," "futuro," "intende," "pianifica," "crede," "valuta" e dichiarazioni similari. Tra le altre cose, le citazioni della dirigenza riportate in questo comunicato e le azioni dell'Azienda e le previsioni commerciali, contengono dichiarazioni in proiezione. Tali dichiarazioni comportano possibili rischi e incertezze che potrebbero causare variazioni sui risultati reali rispetto a quelli contenuti nelle dichiarazioni in proiezione. Ulteriori informazioni su questi e altri rischi sono espressi nella documentazione di Hanwha Q CELLS depositata presso la U.S. Securities and Exchange Commission, incluso il suo report annuale nel Form 20-F. Salvo quanto prescritto dalla legge, l'Azienda non è tenuta ad aggiornare le dichiarazioni in proiezione, indipendentemente dal fatto che siano risultanti da nuove informazioni, eventi futuri o altro.

Back to top