Energia Solare in Australia:
lo Zoo Compensa Tonnellate di Emissioni di CO2 con i Moduli Hanwha Q CELLS
  • - Impianti fotovoltaici da 100 kilowatt sugli edifici dello zoo per il consumo interno
  • - Lo zoo di Melbourne è il primo zoo del mondo certificato a zero emissioni di CO2
  • - I moduli Q CELLS conquistano per il loro basso impatto
  • - Hanwha Q CELLS Australia critica i piani sui Renewable Energy Target plans (RET) del governo


[Melbourne, Australia, 10 ottobre 2014] Lo zoo di Melbourne Zoo, il primo zoo al mondo certificato a zero emission di CO2, ha recentemente installato degli impianti fotovoltaici, un ulteriore passo per diventare l’organizzazione di punta nel mondo per la salvaguardia. Sui tetti degli edifici dello zoo sono stati predisposti tre sistemi da oltre 100 kilowatt (kW) che, dall’inizio di settembre, producono energia elettrica solare sufficiente a coprire i fabbisogni dello zoo.

Hanwha Q CELLS, il principale fornitore fotovoltaico europeo, ha fornito 390 pannelli solari Q CELLS Q.PRO-G3 255 per gli impianti. I moduli Q CELLS alimentano la sede principale e le aree dedicate a elefanti e babbuini. Il sistema fotovoltaico è stato progettato e installato da Madison Australia e fornirà 140 MWh di elettricità l’anno, l’equivalente di energia richiesto da 22 edifici medi di Victoria – tale da compensare circa 160 tonnellate di emissioni di CO2 per anno. Lo zoo è così stato incluso nell’elenco degli accreditati ecologici per essere il primo zoo al mondo certificato a 0 emissioni di carbonio.

Il direttore dello zoo, Kevin Tanner, ha commentato che l’energia solare è in linea con le altre iniziative sostenibili adottate dall’organizzazione, inclusi l’impianto di trattamento delle acque che fornisce l’acqua per irrigare e per gli scarichi dei sanitari e il vasto programma di compostaggio che trasforma gli scarti dello zoo in un eccellente compost da giardino. L’innovativo sistema di compostaggio sfrutta gli scarti vegetali, come rami, le feci di elefanti ed altri erbivori e gli imballi biodegradabili usati per il catering nello zoo.

“L’aumento capacitivo dell’energia solare è un elemento fondamentale nella nostra strategia energetica”, afferma Kevin Tanner, il direttore dello zoo. “Essendo un’organizzazione a zero emissioni di carbonio, tutti i nostri progetti di rinnovamento hanno come obiettivo principale la sostenibilità”. In passato, la sede aziendale dello zoo ha sostituito tutte le lampade a fluorescenza e incandescenza con LED ad efficienza energetica, abbassando I consumi annuali da 22.000 kWh a 6.200 kWh. Queste azioni, insieme ai sistemi fotovoltaici, hanno consentito allo zoo di richiedere lo stato di zero emissioni tramite Low Carbon Australia secondo il National Carbon Offset Standard del Governo australiano.

Yorath Briscoe, direttore di Madison Australia, azienda esperta nella progettazione di impianti solari commerciali a elevate prestazioni, ha commentato “In media, Melbourne ha 46 giornate di pieno sole e 139 parzialmente soleggiate all’anno. Abbiamo scelto i moduli Q CELLS perché hanno il miglior rendimento in condizioni di scarsa luminosità, dove raggiungono il 98% della loro potenza nominale”.

Hanwha Q CELLS fornisce già i suoi moduli innovativi a Melbourne dove ha risvegliato l’interesse a dispetto delle scelte politiche. Il governo australiano ha revocato le tasse su carbone e miniere e il settore è preoccupato che questa manovra possa ridurre anche il Renewable Energy Target già approvato. La stampa ha tuttavia riferito sulla decisione del governo di rifiutare una revisione di questa politica che propone diverse opzioni, mettendo a rischio migliaia di posti di lavoro e gli investimenti attuali e futuri.

Il responsabile esecutivo del Clean Energy Council Acting, Kane Thornton, afferma che l’analisi economica della revisione ha evidenziato che qualsiasi riduzione nei livelli del Renewable Energy Target in future farebbe innalzare i prezzi per i consumatori oltre a essere per questi ultimi un impedimento all’acquisto di tecnologia per la riduzione delle bollette, inclusa l’energia solare.

“Non ci sono state discussioni convincenti nell’attuale revisione per modifiche sostanziali al Renewable Energy Target. Le analisi hanno dimostrato che il settore sarà in grado di raggiungere l’obiettivo, a patto che il governo abbandoni l’attuale incertezza e non tocchi l’attuale obiettivo, abolendo le revisioni obbligatorie alla revisione di questa politica. In questo modo verrebbero ripristinati gli investimenti e l’affidabilità a lungo termine del settore”.

Per maggiori informazioni:

Hanwha Q CELLS GmbH
Sonnenallee 17-21
06766 Bitterfeld-Wolfen (OT Thalheim), Germany

Corporate Communications
Jochen Endle, Robert Reinsch
Tel: +49 (0)3494 6699 10121
Email: presse@q-cells.com

Executive Board
Hee Cheul Kim (CEO), Kye Chun Son (CFO),
Dr. Andreas v. Zitzewitz (COO), Koo Yung Lee (CCO)

Hanwha Q CELLS

Nel Febbraio 2015, Hanwha Q CELLS Co., Ltd. (HQCL) è emersa come nuovo leader globale nel settore del fotovoltaico dalla fusione di due dei principali produttori mondiali di energia fotovoltaica,
Hanwha SolarOne e Hanwha Q CELLS. La società nata dalla fusione è quotata al NASDAQ con il simbolo commerciale HQCL. Ha sede a Seul, in Corea del Sud (sede operativa globale) e a Thalheim, in Germania (sede tecnologia e innovazione). Grazie alle sue controllate, è il più grande produttore mondiale di celle fotovoltaiche e uno dei principali produttori di moduli fotovoltaici. La vasta presenza internazionale con diverse sedi produttive in Cina, Malesia e Corea del Sud, garantisce ad Hanwha Q CELLS flessibilità di movimento nei mercati globali, anche quelli in cui vigono dazi doganali, come Stati Uniti e Unione Europea. Grazie alla tecnologia, all'innovazione e alla qualità “Sviluppate in Germania” universalmente riconosciute, Hanwha Q CELLS offre una gamma completa di prodotti, applicazioni e soluzioni in ambito fotovoltaico: moduli, kit, sistemi, fino agli impianti fotovoltaici su vasta scala. Attraverso la sua rete commerciale globale in espansione presente in Europa, Nord America, Asia, Sud America, Africa e Medio Oriente, la società offre ai propri clienti eccellenti servizi nei settori residenziali, governativi, commerciali e delle utenze. Hanwha Q CELLS è la società di punta del Gruppo Hanwha, una delle 500 società globali di FORTUNE e tra le prime dieci società commerciali in Corea del Sud.

Per ulteriori informazioni, visitare: www.hanwha-qcells.com/it

Hanwha Group

Il gruppo Hanwha, fondato nel 1952, è tra le prime dieci imprese della Corea del Sud e classificata come “FORTUNE Global 500”. Il gruppo Hanwha dispone di 56 affiliate sparse sul territorio nazionale e 226 reti globali in tre settori principali: produzione e costruzione, finanze, servizi e intrattenimento. L'attività di Hanwha, comprovato leader industriale da ben 60 anni, comprende una vasta gamma di settori, dai prodotti chimici di base e materiali avanzati, allo sviluppo di progetti immobiliari e soluzioni nel campo dell'energia solare. Per quanto riguarda la rete finanziaria, i servizi di copertura bancaria e assicurazioni, la gestione patrimoniale e i titoli di garanzia, è il secondo gruppo finanziario non bancario in Corea del Sud. Per quanto riguarda il settore di servizi e intrattenimento, offre soluzioni premium per il commercio al dettaglio e per l'industria del turismo.

Per ulteriori informazioni, visitare: www.hanwha.com

Back to top